FRANCO BARITUSSIO

vicini al territorio

ELEZIONI AMMINISTRATIVE

| 0 commenti

ELEZIONI AMMINISTRATIVE COMUNE DI TARVISIO – 11 GIUGNO 2017

Lista Fratelli d’Italia – An – Vivi Tarvisio

 

Le linee programmatiche:

SANITA’ E ASSISTENZA : Valutazione attenta degli effetti e delle ricadute della neonata Riforma sanitaria sul territorio locale. Confronto con l’Azienda per l’Assistenza Sanitaria (AAS) e la Regione per il mantenimento e il miglioramento dei servizi al cittadino offerti presso il nostro Poliambulatorio. Massima attenzione alla dotazione dei mezzi di soccorso di ambulanza e all’attività di assistenza domiciliare. Collaborazione stretta con le organizzazioni del volontariato.

Avvio di un’analisi puntuale del fabbisogno locale attraverso il confronto con gli operatori del sistema sociosanitario al fine di realizzare anche qui un punto di riferimento per anziani non autosufficienti con l’obiettivo di creare un centro diurno”, importante punto di partenza e di sollievo per tante famiglie.

CONIARE LO SLOGAN “TARVISIO, CITTA’ DELLA SALUTE”: Realizzare un marchio che coniughi l’obiettivo dell’ accoglienza 365 giorni l’anno con il tema della salute, partendo dalla creazione di una rete organizzata e strutturata per la diffusione: a) della terapia respiratoria (terapia forestale e speleoterapia),  b) del turismo attivo sportivo con accompagnamento (bike, nordic walking, percorsi-vita, ecc.), c) della terapia del recupero e riabilitazione da infortuni e d) dell’educazione alimentare.

ATTIVITA’ PRODUTTIVE: Essenziale per Commercio e Turismo operare sinergicamente attirando e portando più ospiti e clienti in loco. Porre a bilancio fondi a sostegno di un azione di marketing che promuova le peculiarità storiche e geografiche di Tarvisio (“Marktstadt Tarvis”) quale primo punto di riferimento per lo shopping e la gastronomia italiana rivolto ai vicini clienti carinziani e sloveni ed ai milioni di turisti in transito sull’autostrada. Nello specifico settore dell’offerta turistica si riconfermano due necessità: a) attrarre imprenditori interessati ad investire nella ricettività (non trascurando, fra le varie opzioni, l’obiettivo di un ostello per la gioventù e per il turismo ciclistico); b) un punto acqua-wellness indispensabile in un polo sciistico invernale e turistico che si rispetti, valutando, visti i tempi difficili, anche il convenzionamento pubblico-privato con una struttura ricettiva pronta ad insediarsi nel territorio locale. Artigianato e piccola industria: Confronto con le categorie per la verifica delle rinnovate esigenze legate ai siti produttivi ed alla logistica. Valorizzare dell’artigianato per i servizi offerti alla persona, e l’artigianato artistico, efficace supporto anche per l’economia turistica. Le attività agricole in montagna contribuiscono all’equilibrio del territorio e dell’ambiente. Valorizzazione dei prodotti tipici locali per il rilancio dell’immagine e dell’identità della nostra valle.

LA CASA : Bene prezioso per chi fatica oggi a trovarlo o a mantenerlo. Aprire un tavolo con ATER e Regione per valutare un ampliamento dell’edilizia popolare in loco attraverso il recupero di edifici in disuso (secondo la medesima filosofia che vide nel 2004 il passaggio gratuito al Comune dallo Stato degli edifici ex-dogana e, nel 2001, l’acquisizione agevolata degli alloggi di Cave del Predil da parte delle famiglie residenti attraverso specifica norma regionale).

LA SCUOLA PER I NOSTRI GIOVANI : Salvaguardare il nostro polo scolastico che va dalla scuola dell’infanzia alle secondarie superiori. Di fronte al calo della popolazione, agire sul fronte dell’attrazione (l’idea del Liceo sportivo è un esempio) e della non dispersione. Avvio concreto del progetto di scuola bi/trilingue e utilizzo dell’autonomia scolastica per ampliare l’indirizzo tecnico superiore esistente anche all’offerta e allo sbocco professionale finalizzato alla domanda lavorativa del territorio.

OPERE PUBBLICHE : Proseguio delle opere in itinere e in programma inerenti l’arredo urbano e l’illuminazione pubblica nel capoluogo e nelle frazioni e delle centraline idroelettriche di proprietà pubblica. Interlocuzione attenta e costante con la società di gestione della rete idricafognaria e di depurazione per la loro manutenzione e riqualificazione. Massima attenzione e impegno sul progetto già avviato del PISUS che coinvolge sia l’amministrazione pubblica, sia diversi imprenditori locali.

URBANISTICA : Esauriti gli iter di variante generale, priorità alle ristrutturazioni del patrimonio edilizio pubblico e privato. Valutazione attenta, nel rispetto dell’ambiente,  di espansioni puntuali e mirate ove esista una volontà seria di creare iniziative di ricettività alberghiera turistica o attività al servizio del lavoro.

AMBIENTE, FORESTE E TERRITORIO : L’ambiente naturale della nostra valle è un patrimonio unico; la salvaguardia e l’utilizzo attento dello stesso consentono di poter migliorare ancora spazi di sviluppo per l’economia locale e l’occupazione. Gli eventi meteorologici e di dissesto idrogeologico degli ultimi anni impongono un costante ed efficace confronto con i Corpi dello Stato e regionali, la Protezione civile ed i corpi volontari locali per il monitoraggio e l’intervento sulle criticità. L’ambiente naturale offre delle risorse, in primis l’acqua e il legno, il cui utilizzo oculato può aiutare la pubblica amministrazione nella ricerca di fonti utili ad una maggiore autonomia economico e finanziaria.

SPORT. CULTURA E ASSOCIAZIONISMO : Continuità al sostegno ai sodalizi locali, ricordando che, senza lo sforzo del volontariato, si vanificherebbe una tradizione che sino ad oggi ha offerto sul territorio a giovani e meno giovani occasioni di aggregazione e di crescita sociale straordinarie.

SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO : Massima attenzione al loro mantenimento e, ove possibile, miglioramento sia per il collegamento, interno al comune, fra le frazioni e il capoluogo, sia fra il nostro comune e gli altri centri e località.

RAPPORTI CON I COMUNI VICINI Rapporto costruttivo e programmatico finalizzato in particolare all’organizzazione dei servizi e alle attività di offerta e accoglienza al turista che sceglie la Valcanale come méta. Con i comuni contermini oltre confine rilanciare e rafforzare, in tutti i campi, lo spirito Dreiländereck-Senza confini, mirando anche ai progetti Interreg e ricercando i margini ancora percorribili all’interno dei progetti di parternariato del GECT (Gruppo Europeo di Cooperazione internazionale).

RIDUZIONE INDENNITA’ SINDACO E GIUNTA : Considerato il momento di crisi, il calo della popolazione e la necessità di infondere segnali di austerità alla comunità in difficoltà, riduzione delle indennità degli amministratori commisurata almeno al numero dei cittadini residenti venuto a mancare in questi anni.

IL FENOMENO DELL’IMMIGRAZIONE : Stretto contatto e collaborazione con le Forze dell’ordine per la sicurezza dei cittadini. Fermo restando il principio di solidarietà nei confronti di chiunque è profugo di guerra o perseguitato vero, sostenere, presso le istituzioni governative e ministeriali competenti, l’inopportunità di individuare punti di raccolta e di sosta (vedi Cara e Cie) nei pochi e già fragili comuni turistici dell’area montana della regione.

 

 

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.